Scuola dei compiti

scPremessa

A partire dall’a.s. 2015/15 l’Istituto Comprensivo “U. Saba” ha aderito al Progetto “Scuola dei Compiti” promosso dall’Assessorato alle Politiche Educative della Città di Torino. Il Comune da anni è impegnato nella realizzazione di progetti per favorire il successo scolastico e il rientro nel sistema dell’istruzione; inoltre mira a prevenire la dispersione scolastica nella scuola secondaria di I e II grado.

Per questo, ha attuato iniziative e interventi di orientamento rivolti in particolare a giovani studenti dell’ultimo anno delle scuole medie.

Il progetto “Scuola dei Compiti” intende contribuire alla crescita del bagaglio di conoscenze degli studenti, favorire il successo scolastico, ridurre il fenomeno della dispersione. Come? Proponendo interventi di supporto didattico intesi come azioni integrative e di rinforzo dell’offerta formativa già attuata dalla scuola.

Obiettivi generali

  • offrire agli studenti in difficoltà sostegno didattico per rafforzare le competenze nelle materie fondamentali, riducendo le insufficienze

  • offrire sostegno agli studenti nell’impostazione o nell’affinamento del metodo di studio

  • sperimentare metodi didattici innovativi (per es. l’insegnamento della matematica attraverso l’e-learning e la piattaforma Moodle + Maple)

  • lavorare in piccoli gruppi di studenti con metodi di peer tutoring e cooperative learning che -notoriamente- stimolano l’autostima e le capacità relazionali-comunicative e hanno positive ricadute sul profitto scolastico.

Destinatari del Progetto

Studenti dell’ultimo anno della scuola secondaria di I grado

Modalità di svolgimento

L’attività di sostegno scolastico è realizzata direttamente nelle scuole al pomeriggio ed è rivolta a gruppi omogenei per materia e grado di difficoltà, composti da massimo 5/6 studenti cadauno.

L’attività di supporto, coordinata da uno o più insegnanti del corpo docente di ciascuna scuola, è realizzata da studenti universitari nel ruolo di tutor selezionati tra gli studenti frequentanti corsi di Laurea Magistrale attinenti alle materie oggetto dell’intervento di sostegno didattico, individuati con appositi bandi dei due Atenei torinesi.

Il Progetto prevede inoltre l’apporto di volontari in pensione, già insegnanti, con funzioni integrative in ordine all’apprendimento di un efficace metodo di studio e agli aspetti relazionali dell’insegnamento. Tale ruolo riveste una significativa importanza in termini di esperienza, conoscenza delle metodologie dell’insegnamento e autorevolezza relazionale (rapporto intergenerazionale).

Il progetto non si configura come attività continuativa di “doposcuola”, ma mira al recupero formativo in alcune materie fondamentali maggiormente difficoltose: un aiuto per superare le difficoltà iniziali e per limitare l’insuccesso scolastico.

I corsi attualmente attivati presso l’Istituto sono quattro: due di italiano e due di matematica (tradizionale e sperimentale); vi partecipano circa una ventina di ragazzi di terza (5/6 studenti per gruppo). Il percorso ha una durata di 9 settimane e di 2 ore settimanali per ciascun gruppo

Il termine di questa prima fase del progetto è prevista nelle prime settimane di febbraio.